Acquista il tuo nuovo divano con il 30% di sconto​​​​​​​

Dei veri capolavori:  l’arte della scultura in legno del Nagaland

Dei veri capolavori: l’arte della scultura in legno del Nagaland

Una tradizione secolare

La ricchissima tradizione del Nagaland, nel nord-est dell’India, per la scultura in legno, risale ad un’antica cultura che consisteva nel collocare imponenti opere d’arte all’entrata delle case e dei villaggi. Le incisioni che le decoravano erano dei simboli riconoscibili come corna di bisonte o icone di fertilita’. La complessita’ della scultura in legno rifletteva lo status e il potere del proprietario della casa o del capo del villaggio. Ma l’arte della scultura in legno gioca anche un ruolo chiave nella vita quotidiana : dagli utensili per la cucina, piatti compresi, ai mobili tutti questi oggetti sono scolpiti a mano nel legno locale.

La tradizione vuole che questo sia un lavoro prettamente maschile. In passato, ogni membro di una tribu’ doveva apprendere l’arte della scultura in legno gia’ in giovane eta’. Oggi, questa pratica e’ riservata ai soli artigiani, che ne hanno fatto la loro professione.

© Sahapedia

Il tocco reinventato

La particolarita’ di questa tecnica di scultura del legno? Ogni prodotto finito proviene da un solo ed unico pezzo di legno massiccio o addirittura da un intero tronco. Si tratta di un procedimento estremamente preciso alla fine del quale possiamo dire che il legno dia vita ad un vaso o ad un piatto. Ogni esemplare e’ intagliato a mano, garantendo una trama caratteristica, propria della tradizione indiana della scultura in legno.

« L’imperfezione delle superfici da il desiderio di toccarle : si senta la firma dell’artigiano, dall’alto verso il basso. »

© Sahapedia

La natura allo stato puro

Le creazioni sono realizzate in legno di Bamsung o Naga, lavorato con l’aiuto di utensili tradizionali come il macete dao, il martello e lo scalpello. Il legno utilizzato varia da un esemplare all’altro, secondo la taglia e l’eta’ dell’albero da cui si ricava il materiale per la scultura. Ogni famiglia e ogni tribu’ (Konyak, Phom, Ao, Lhota, Sema, Chang, Rengma, Angami, Zemi, Tangkhul e Kabuji) lavorano quindi un legno differente e lo conservano in modo diverso. Se il legno viene conservato in cucina, per esempio, acquista un colore piu’ scuro e un un aspetto maggiormente invecchiato. Ogni vaso o piatto raccontano quindi una storia differente.

Per saperne di piu’ su Sieb
Per saperne di piu’ su Bazz